T-LAB Home
T-LAB PLUS 2019 - HELP ON-LINE Prev Page Prev Page
T-LAB
Introduzione
T-LAB: cosa fa e cosa consente di fare
Requisiti e Prestazioni
Preparazione del Corpus
Preparazione del Corpus
Criteri Strutturali
Criteri Formali
File
Importare un singolo file...
Preparare un Corpus (Corpus Builder)
Aprire un Progetto Esistente
Impostazioni di Analisi
Impostazioni Automatiche e Personalizzate
Personalizzione del Dizionario
Analisi delle Co-occorrenze
Associazioni di Parole
Co-Word Analysis e Mappe Concettuali
Confronti tra Coppie
Analisi delle Sequenze e Network Analysis
Concordanze
Analisi Tematiche
Analisi Tematica dei Contesti Elementari
Modellizazione dei Temi Emergenti
Classificazione Tematica di Documenti
Classificazione Basata su Dizionari
Contesti Chiave di Parole Tematiche
Analisi Comparative
Analisi delle Specificità
Analisi delle Corrispondenze
Analisi delle Corrispondenze Multiple
Cluster Analysis
Singular Value Decomposition
Strumenti Lessico
Text Screening / Disambiguazioni
Vocabolario
Stop-Words
Locuzioni e Multi-Words
Segmentazione delle parole
Altri Strumenti
Gestione Variabili e Modalità
Ricerca Avanzata nel Corpus
Tabelle di Contingenza
Editor
Glossario
Analisi delle Corrispondenze
Catene Markoviane
CHI quadro
Cluster Analysis
Codifica
Contesto Elementare
Corpus e Sottoinsiemi
Disambiguazione
Documento Primario
Forma e Lemma
Graph Maker
IDnumber
Indici di Associazione
Isotopia
Lemmatizzazione
Lessia e Lessicalizzazione
MDS
Multiwords
N-grammi
Naïve Bayes
Normalizzazione del Corpus
Nuclei Tematici
Occorrenze e Co-occorrenze
Omografia
Parole Chiave
Polarità fattoriali
Profilo
Soglia di Frequenza
Specificità
Stop Word List
Tabelle Dati
TF-IDF
Unità di Analisi
Unità di Contesto
Unità Lessicale
Valore Test
Variabili e Modalità
Bibliografia
www.tlab.it

Specificità


N.B.: Le immagini di questa sezione fanno riferimento all'interfaccia di T-LAB 9. In T-LAB Plus l'aspetto è leggermente diverso. Inoltre: a) un nuovo pulsante (Tree Map Preview) consente di creare grafici dinamici in formato HTML; b) il tasto destro sulle tabelle con le parole chiave rende disponibili opzioni supplementari.

Questo strumento T-LAB permette di verificare quali unità lessicali (cioè parole, lemmi o categorie) sono tipici o esclusivi in un testo o in un sottoinsieme del corpus definito da una variabile categoriale; inoltre esso consente di individuare le unità di contesto caratteristiche dei vari sottoinsiemi in esame (ad esempio le frasi 'tipiche' che meglio differenziano i discorsi dei vari leader politici).

Le tipiche unità lessicali, definite dalla proporzione delle rispettive occorrenze (vale a dire dal loro sovra/sotto utilizzo), sono individuate tramite il calcolo chi-quadrato o del valore test.

Le unità di contesto caratteristiche vengono individuate calcolando e sommando i valori TF-IDF normalizzati assegnati alle parole di cui ogni frase o paragrafo è costituito.

Per mezzo di questo strumento, analizzando i profili delle occorrenze corrispondenti a righe e colonne delle tabelle di contingenza, è possibile effettuare due tipi di confronti concernenti i profili delle occorrenze:

1- tra una parte (es. il sottoinsieme "A") e il tutto (es. l'intero corpus in analisi, "B");

2- tra coppie di sottoinsiemi del corpus ("A" e "B").

In entrambi i casi possono essere analizzate sia le Specificità relative alle intersezioni (parole "tipiche") sia quelle relative alle differenze (parole "esclusive").

Le modalità del calcolo sono illustrate nella corrispondente voce del glossario.

Le unità lessicali considerate possono essere tutte (impostazioni automatiche) o solo quelle selezionate dall'utilizzatore ("impostazioni personalizzate").

Di seguito vengono illustrati i quattro tipi di confronti possibili.

1.1 - parte/tutto: unità lessicali "tipiche"

Le chiavi di lettura della tabella sono le seguenti:

- LEMMA = unità lessicali "tipiche" (per eccesso o per difetto);
- SUB = occorrenze di ogni LEMMA nel sottoinsieme considerato;
- TOT = occorrenze di ogni LEMMA nel corpus o nei due sottoinsiemi confrontati (vedi punto 2.1);

- CHI2 = valori del CHI quadro (o VTEST = Valore Test);
- (p) = probabilità associata al valore del CHI quadro.

Un click sugli item delle tabelle consente di visualizzare vari tipi di grafici (vedi sotto):

1.2 - parte/tutto: unità lessicali "esclusive"

2.1- sottoinsieme/sottoinsieme: unità lessicali "tipiche"

 

2.2 - sottoinsieme/sottoinsieme: unità lessicali "esclusive"

Per ogni sottoinsieme analizzato è anche possibile verificare i contesti elementari (cioè frasi o paragrafi) che meglio lo distinguono dagli altri. In questo caso, la 'specificità' risulta dal calcolo di valori TF-IDF normalizzati; più in particolare, lo 'score' assegnato a ciascun contesto elementare (vedi immagine seguente) risulta dalla somma dei valori TF-IDF assegnati alle parole che lo compongono.

Le tabelle di contingenza utilizzate per i vari confronti possono essere facilmente esportate ed utilizzate per realizzare vari tipi grafici.
Inoltre, cliccando su specifiche celle (vedi sotto), è possibile creare file HTML con i tutti i contesti elementari in cui la parola in riga è presente nel sottoinsieme in colonna.

Infine, cliccando l'apposito pulsante(vedi sotto), viene creato un file dizionario con l'estensione .dictio che è pronto per essere importato da qualsiasi strumento T-LAB per l'analisi tematica. Tale dizionario include tutte le parole tipiche della variabile categoriale selezionata.